manutenzione verde 4 stagioni: il prato

postato in: Uncategorized | 0

 

Prato840x400_Dopo

Curare è meglio che rifare…

Arieggiare il tappeto erboso e’ un’intervento da effettuare a fine inverno, prima che la natura “riparta” così da asportare il materiale morto ed il muschio depositatosi che crea una sorta di barriera soffocando il prato stesso ed evita l’apporto di nutrimento alle radici. Effettuare l’operazione tutti gli anni anche se il manto erboso vi sembra bello, rimarrete sbalorditi della quantita’ di materiale che verra’ asportato! Le foto rappresentano una situazione estrema ma comunque recuperabile con ottimi risultati, in questi casi bisogna poi procedere come descritto in seguito. Seminare le zone scoperte e rade quindi ricoprire con terra per tappeti erbosi, rullare e concimare con un granulare starter. Irrigate regolarmente se necessario e dopo qualche mese il vostro prato si mostrerà in tutta la sua forza e bellezza

Anche il prato ha bisogno di cure continue

Se l’estate sta per arrivare, con essa inizia la stagione più complicata per il tappeto erboso. Quando la temperatura arriva o supera i 30°C il processo fotosintetico diminuisce drasticamente, e la pianta consuma più acqua e più cibo. I problemi tipici del prato in estate dipendono in larga misura dallo stress da caldo, dalla siccità e dall’utilizzo, infatti questo il periodo più probabile che il tappeto erboso venga calpestato.

Le cose più semplici da fare sono: alzare leggermente l’altezza di taglio e programmare una corretta irrigazione, in commercio esistono tanti sistemi ache di semplice applicazione da adattare a tutte le esigenze.

Molto importante e’ la prevenzione, i consigli sopra elencati sono da attuare al momento, accorgimenti da effettuare di giorno in giorno, ma non possiamo sapere per tempo che estate sara’ nel suo complesso’ quindi la cosa migliore e’ prevenire. non deve assolutamente mancare al nostro prato  il Potassio. Il Potassio rende l’erba capace di sopportare il caldo, di dosare l’acqua e di continuare a svilupparsi nonostante l’usura da calpestamento ed evita che si ingiallisca per lo stress.

Esistono in commercio concimi granulari a lento rilascio antistress per l’estate con una copertura di 80/100 giorni, quindi concimiamo il prato a fine maggio / inizio giugno evitando periodi caldi e sempre con prato umido, concimiamo sempre in giorni di pioggia, meglio se due consecutivi

prato

Con l’arrivo della stagione invernale il tappeto erboso dovrà sopportare e superare gli stress termici dovuti alle basse temperature e alle gelate. Prima che sopraggiunga il freddo è fondamentale fornire al prato un concime ad elevata dose di potassio (K).

Il potassio conferisce all’erba la capacità di resistere agli stress da freddo andando ad agire nel colletto delle piante (zona di passaggio fra il fusto e la radice, a livello del terreno) e la sua azione si estrinseca anche nel prolungamento della colorazione del tappeto erboso durante le prime gelate invernali.

Sarà quindi nostra cura distribuire uno specifico concime invernale, che dovrà essere dato circa 2 o 3 settimane prima dell’arrivo del freddo. Il concime dovrà contenere anche una adeguata frazione di azoto (N) a lento rilascio.

L’azione del potassio e dell’azoto a lento rilascio permetterà al prato di superare l’inverno e giungere a primavera sano e pronto alla ripresa vegetativa.

Anche il muschio non aiuta. E’ una piccola pianta che si sviluppa nel prato dove prevalgono ombra e umidità. L’eccesso di umidità stagnante, in particolare nelle zone all’ombra, non permette al tappeto erboso di svilupparsi al meglio. Questo crea l’ambiente ideale per la formazione dei muschi.

La più semplice azione di lotta al muschio è usare appositi concimi ricchi di ferro che spesso sono sufficienti a combattere il fenomeno. L’applicazione di tale concime va poi seguita al lavoro di arieggiatura, raccolta del materiale di risulta ed eventuale risemina finale delle zone più diradate.

Ricordatevi che un ottimo risultato in primavera ed estate e’ spesso frutto di adeguate cure e trattamenti nella stagione invernale.

possibilita’ di manutenzione stagionale, annuale con servizio neve incluso.

servizio a 365 giorni

casa p

 

firma